OLTRE 50 ANNI DI BONTÀ PER LA SAGRA DI CAMPOFILONE

A un mese dall’ultima edizione della “Sagra nazionale dei Maccheroncini di Campofilone IGP”, torniamo a parlare con piacere di questo evento che abbiamo molto a cuore.

Quella del 2018 è stata la 55ª edizione. Eh sì, ne è passato di tempo da quando la storica sagra di Campofilone aprì i battenti: siamo nel lontano 1964. Da allora, ogni anno nella prima settimana di agosto, prende vita un rito fatto di sapienti mani che mescolano i famosi “Capelli d’angelo” sopra le caratteristiche tavole di legno, per unirle al tradizionale ragù di carne. Ed ecco un piatto così buono che è impossibile resistere. Ne sanno qualcosa i migliaia di visitatori e turisti che, per questa occasione, arrivano da ogni parte d’Italia, ma anche da oltre lo Stivale. I numeri parlano chiaro: circa 20.000 porzioni di pasta servite ogni anno durante la sagra. Un successo legato alla bontà di un prodotto che nasce da una tecnica di lavorazione rimasta immutata nel tempo.

Ma quali sono gli ingredienti speciali dei Maccheroncini di Campofilone? Un forte legame con il territorio di Campofilone, ingredienti semplici e naturali, una lavorazione lenta e paziente, una sfoglia sottile, un’ottima resa in cucina. Caratteristiche peculiari ed esclusive che hanno fatto ottenere alla famosa pasta all’uovo di Campofilone l’ambito riconoscimento europeo IGP.

Un traguardo arrivato grazie alla costante tenacia dei campofilonesi e dei pastifici del nostro territorio, che hanno voluto difendere l’autenticità di un prodotto apprezzato in tutto il mondo: i Maccheroncini di Campofilone.

OLTRE 50 ANNI DI BONTÀ PER LA SAGRA DI CAMPOFILONE

A un mese dall’ultima edizione della “Sagra nazionale dei Maccheroncini di Campofilone IGP”, torniamo a parlare con piacere di questo evento che abbiamo molto a cuore.

Quella del 2018 è stata la 55ª edizione. Eh sì, ne è passato di tempo da quando la storica sagra di Campofilone aprì i battenti: siamo nel lontano 1964. Da allora, ogni anno nella prima settimana di agosto, prende vita un rito fatto di sapienti mani che mescolano i famosi “Capelli d’angelo” sopra le caratteristiche tavole di legno, per unirle al tradizionale ragù di carne. Ed ecco un piatto così buono che è impossibile resistere. Ne sanno qualcosa i migliaia di visitatori e turisti che, per questa occasione, arrivano da ogni parte d’Italia, ma anche da oltre lo Stivale. I numeri parlano chiaro: circa 20.000 porzioni di pasta servite ogni anno durante la sagra. Un successo legato alla bontà di un prodotto che nasce da una tecnica di lavorazione rimasta immutata nel tempo.

Ma quali sono gli ingredienti speciali dei Maccheroncini di Campofilone? Un forte legame con il territorio di Campofilone, ingredienti semplici e naturali, una lavorazione lenta e paziente, una sfoglia sottile, un’ottima resa in cucina. Caratteristiche peculiari ed esclusive che hanno fatto ottenere alla famosa pasta all’uovo di Campofilone l’ambito riconoscimento europeo IGP.

Un traguardo arrivato grazie alla costante tenacia dei campofilonesi e dei pastifici del nostro territorio, che hanno voluto difendere l’autenticità di un prodotto apprezzato in tutto il mondo: i Maccheroncini di Campofilone.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi